PARCO DI PANAVEGGIO

Il Parco naturale Paneveggio-Pale di San Martino è un’area protetta regionale istituita dalla Provincia autonoma di Trento nel 1967 e si sviluppa prevalentemente in territorio montano con quote generalmente superiori ai 1500 metri e interessa una superficie di 19.717,46 ettari.

Il Parco include aree molto diverse: comprende la parte trentina con il gruppo delle Pale di San Martino, ma anche il settore orientale del massiccio del Lagorai, composto da rocce magmatiche. Fanno parte del parco diverse valli comprese nel comprensorio di Primiero: gran parte della valle del Vanoi, attraversata dall’omonimo torrente e circondata dai monti del Lagorai; la Val Canali, area di accesso alla catena meridionale delle Pale di San Martino; la Val Venegia a nord di Passo Rolle.

Lo straordinario Gruppo delle Pale di San Martino è uno dei nove gruppi montuosi iscritti nella lista dei beni naturali riconosciuti dall’Unesco, patrimonio dell’Umanità.

Nel territorio del Parco si estende anche la nota foresta di abeti rossi di Paneveggio, nota anche come foresta dei violini.

L’ambiente è ricco di tutte le specie presenti nell’arco alpino: cervi, camosci, caprioli, marmotte, scoiattoli, volpi e tassi. Recentemente nelle zone di alta montagna è stato reintrodotto lo stambecco. Vivamente consigliata per le famiglie la visita del recinto dei cervi.

Parco di Panaveggio Hotel Colfosco